Ultimi scatti - Losi Andrea© Fotografo naturalista

Wildlife
Losi Andrea
FOTOGRAFO PER PASSIONE, AMANTE DELLA NATURA!
"Benvenuti nel mio sito web dedicato alla Fotografia Naturalistica"
Vai ai contenuti

Dolomiti Giugno 2019

Losi Andrea© Fotografo naturalista
Pubblicato da in Ultimi scatti · 16 Giugno 2019
"Finalmente orchidea selvatica"
La scarpetta di Venere si distingue dalle altre specie per il fascino e l'eleganza; la preziosità della pianta è peraltro correlata anche alla sua rarità, tanto da esser considerata il gioiello.














"Nel cuore delle Dolomiti Geisleralm"
attraversando suggestivi sentieri con  dislivello 610 m , altitudine max1992 m, arriviamo in una splendida baita di montagna ai piedi delle maestose Odle.
Seduti in terrazza sembra di poter toccare le montagne con un dito.
La tranquillità  e mozzafiato  Villnösser rendono questo luogo uno dei più belli dell'Alto Adige.
Itinerario
Dal parcheggio di Malga Zannes
partono tantissime escursioni, ben segnalate sia per ciò che riguarda l’itinerario che le tempistiche (molto precise). Noi abbiamo deciso di seguire il segnavia 36
con le indicazioni per il sentiero Adolf Munkel. Il primo tratto si snoda prevalentemente nel bosco,Proseguire il sentiero con indicazioni Geisleralm che Vi porta direttamente al rifugio.

Caratteristiche:
Dislivello: 610 m
Lunghezza: 9,2 km
Tempo di percorrenza: 2 ore






"7 scatti per verticale"




"Cima di Terento  torrente di montagna"



"Via lattea  Falzes (ore 3:45)"


"Fanes Sennes Braies"



"Prato Piazza è un'alpe in Val di Braies e rappresenta un'autentica meraviglia naturale"
Dal parcheggio di Prato Piazza (1980 m) si percorre un primo breve tratto asfaltato in salita fino a un largo passaggio e a una grata. Da qui un’ampia strada in terra battuta, lunga poche centinaia di metri (pendenza 8%), conduce al Rifugio Prato Piazza e al vicino Hotel Croda Rossa (1991 m). L’itinerario prosegue sempre pianeggiante tra ampi pascoli e con vista panoramica sull’imponente massiccio della Croda Rossa e sul Picco di Vallandro, fino a un cancello e a un sentiero che sale ripido sulla sinistra fino alla Malga di Vallandro (2000 m). Ci si lascia la deviazione alle spalle e si procede lungo il medesimo itinerario, qui alcune panchine permettono di riposare e di godere del panorama circostante. Superati alcuni ponti in legno, si continua sulla strada pianeggiante e molto soleggiata fino al bivio che a destra scende verso la frazione Carbonin in Valle di Landro (2000 m). Si prosegue tenendo invece la sinistra e, dopo un breve tratto in marcata pendenza (17%), si sale alla panoramica radura del Rifugio Vallandro (2040 m). Il rifugio fu costruito nel 1968 da Tristano Costantini di fronte ai ruderi di un forte austro-ungarico della fine del 1800, ammirabili ancora oggi. Arivati sul Monte Specie (2.307m)  ti attende anche uno splendido panorama. Goditi la vista sulla Croda Rossa d'Ampezzo, la Croda del Becco, le Tre Cime di Lavaredo, il Gruppo dei Cadini, il Monte Cristallo, il Gruppo delle Tofane e la Marmolada.

Caratteristiche:
Partenza: parcheggio di Prato Piazza
Dislivello: 310 m
Lunghezza: 9,5 km
Tempo di percorrenza: 3 ore














"L'Averla piccola"
nonostante le sue piccole dimensioni, è considerato un passeraceo "predatore", prevalentemente carnivoro.
















1 commento
Voto medio: 115.0/5
Tania
2019-06-17 19:26:04
Ого супер природы

Cookie Policy
Privacy Policy
Wildlife
Losi Andrea
Sito realizzato da me con: WebSite X5
Torna ai contenuti